Orto biologico – Aggiornamento del 11/02/2017

Dopo la neve, orto biologico in ripresa

Orto biologico in ripresa grazie alle condizioni meteo favorevoli di questi ultimi giorni. Ed eccoci di ritorno!

Dopo tanta neve e tanta pioggia, si ricomincia a progredire con i lavori.

Orto Biologico - Cime di rapa e cavoli cappuccio
Orto Biologico – Cime di rapa e cavoli cappuccio

In questo periodo, lo sviluppo di quasi tutte le colture in campo si è praticamente fermato a causa del freddo. La neve ha rovinato alcune colture come le biete da orto e le biete da costa. Altre colture sono andate distrutte (finocchi e cavolfiori). Altre ancora, come le cime di rapa, hanno risentito poco del problema.

Le biete da orto e quelle da costa sono ormai in netta ripresa.

Sono giunte a maturazione le prime carote e i primi broccoli.

Orto Biologico - Cicorie puntarelle
Orto Biologico – Cicorie puntarelle

Le cicorie cominciano ad esibire le puntarelle.

Insomma, un orto biologico che riprende la sua crescita quasi dallo stesso punto di un mese fa.

Filari in fase di pulizia dalle erbacce
Filari in fase di pulizia dalle erbacce
Nuove semine
Nuove semine

Ricomincia anche la manutenzione ordinaria con l’estirpazione delle erbacce presenti tra i filari, ma dopo quasi un mese di interruzione dei lavori, c’è un po’ di arretrati da recuperare.

Sono ricominciate le nuove semine su un terreno appesantito dalle piogge in cui è impossibile avvedere con i mezzi meccanici.

 

Orto biologico – aggiornamento del 12/12/2016

Eccoci di ritorno a distanza di due settimane dal precedente aggiornamento sull’orto biologico.

Orto biologico - broccoletto
Orto biologico – broccoletto da cima di rapa novantina

In questa periodo è stato necessario irrigare il campo, vista la totale assenza di piogge da molti giorni.

Cominciano a giungere a maturazione le prime cime di rapa novantine e i broccoletti cominciano a fare bella mostra di sé.

Iniziata la raccolta anche di indivie ricce e lattughe che si uniscono a quelle già in corso di spinaci, cime di rapa, biete da orto e da costa.

Orto biologico in allestimento
Orto biologico in allestimento

Purtroppo, la prima semina di finocchi sta montando a seme in anticipo senza aver prodotto il grumolo…

Sono iniziate le operazioni per la preparazione di un’altra area del terreno da allestire ad orto biologico per le semine dei prossimi 2-3 mesi.

Orto Biologico – Aggiornamento del 28/11/2016

Eccoci a parlare ancora del nostro orto biologico!

Le piogge di questi giorni stanno rendendo veramente ardua la lotta alle erbe infestanti. Inoltre, mi impediscono di lavorare altre zone del terreno per proseguire le semine. Anche se ormai ci troviamo in un periodo ad alto rischio gelate che per i germogli sarebbero letali. Tuttavia il clima sembra reggere e quindi ho deciso di correre il rischio.

I prodotti in fase di raccolta sono ancora limitati alle cime di rapa (che finalmente producono broccoli di dimensioni accettabili), biete da costa e spinaci.

Orto biologico - Indivia riccia
Orto biologico – Indivia riccia – Legatura cespo per imbianchimento

Ho iniziato a legare i cespi delle indivie ricce. Questa procedura è importante per l’imbianchimento del “cuore” che non è solo una questione estetica, ma serve a rendere più dolce e appetitoso questo tipo di ortaggio.

Orto biologico - Lattuga Meraviglia "4 stagioni"
Orto biologico – Lattuga Meraviglia “4 stagioni” – Quasi pronta per il raccolto

Alcune lattughe meraviglia “4 stagioni” fanno già bella mostra di sé. Il cespo che raggiunge un diametro di 40-50 cm. Ancora una settimana e poi comincio la raccolta. Spero che nel frattempo non montino a seme prima (è il primo anno che le coltivo e non conosco ancora il loro limite di sviluppo).

Anche le biete da orto (da noi chiamate anche carote rosse) sono quasi giunte alla dimensione adeguata per il raccolto.

Il resto dell’orto biologico cresce secondo quanto previsto. Solo i finocchi mi hanno dato una delusione in quanto sono montati a seme anticipatamente. Secondo il mio vicino, devo aver scelto una varietà che non è adatta ai nostri climi. Ho già provveduto ad ulteriori semine di altre varietà… staremo a vedere.

Orto Biologico – Aggiornamento del 20/11/2016

Orto biologico - Cavoli cappuccio, lattughe meraviglia, indivie ricce
Orto biologico – Cavoli cappuccio, lattughe meraviglia, indivie ricce

L’orto biologico prosegue il suo sviluppo. Oramai, il primo settore è al completo. Dovrei cominciare la preparazione del secondo settore, ma le piogge impediscono al momento ogni lavorazione della terra. Servirebbero una decina di giorni di sereno consecutivi.

Un po’ di preoccupazione destano i finocchi: qualcuno sta montando a seme molto precocemente (per la maturazione servirebbero altri 40 giorni circa. Spero che siamo casi isolati… ma il caldo atipico di quest’anno è veramente pericoloso. Ha già apportato danni abbastanza seri alle colture di cime di rapa (non alle mie, ma in generale) e a diversi altri ortaggi.

Per il resto procede tutto secondo natura nel nostro orto biologico… o quasi!

Le cime di rapa proseguono il loro sviluppo, ma quelle a 90 giorni di maturazione stanno anticipando, a causa del caldo, e giungeranno a raccolto solo pochi giorni dopo quelle più precoci (60 giorni).

Le biete da costa sono in piena fase di raccolto. La pezzatura, la resa e i giorni necessari per lo sviluppo delle piante sono del tutto sovrapponibili alle coltivazioni di agricoltura tradizionale.

Gli spinaci sono andati a ruba ed in via di esaurimento. anche qui le rese sono state sovrapponibili alle colture tradizionali. ora risemineremo per ulteriori raccolti.

Orto biologico - Biete da orto e carote
Orto biologico – Biete da orto e carote

Questa settimana procederò alla legatura dei primi cespi di indivia riccia in modo da ottenere l’imbianchimento. Questa procedura rende questo ortaggio più dolce e tenero.

Le biete da orto (dette carote rosse) sono prossime alla dimensione di raccolta.

Per tutte le altre colture c’è ancora da attendere un po’.

 


Orto biologico – aggiornamento del 13/11/2016

Orto biologico - Cime di rapa 40-60-90 giorni
Orto biologico – Cime di rapa 40-60-90 giorni

Ancora una settimana è trascorsa e l’orto biologico prosegue la sua crescita, man mano si giungono a maturazione i vari ortaggi senza aver avuto ancora alcun incidente di percorso.  Le cime di rapa “sessantine” cominciano ad esibire il loro broccolo e probabilmente la prossima settimana si comincerà il raccolto. Intanto, sono disponibili le “quarantine” che, pur avendo un broccolo piccolo, sono di ottimo sapore nonostante i caldi eccessivi di questi giorni. Sono disponibili anche gli spinaci e, da questa settimana, anche le biete da costa.

Terreno in cui impiantare l'orto biologico invernale
Terreno in cui impiantare l’orto biologico invernale

Intanto si procede anche con le nuove semine, anche se l’appezzamento preparato per questa fase è ormai quasi al completo. Appena il meteo lo permetterà, passerò alla preparazione di un secondo lotto che era stato arato questa estate e che è in attesa della lavorazione fine del terreno.

Aggiornamenti dall’Orto Biologicodel 05/11/2016

Vista dell'orto biologico - 1° parte
Vista dell’orto biologico – 1° parte

L’orto biologico prosegue la sua crescita. Raccolta una prima manciata di cime di rapa quarantine e di spinaci. Questa settimana sembrano aumentare, in attesa che arrivino anche le “sessantine”.

Si avvicinano a maturazione anche le biete da costa e le indivie ricce per insalata. Tutto il resto è in fase di crescita ed in salute. Nessun trattamento si è reso necessario fino ad ora se non l’ordinaria manutenzione (sarchiatura, eliminazione manuale di parassiti, diradamento delle piantine).

Lattuga da agricoltura biologica
Lattuga da agricoltura biologica

Solo pochi giorni fa invidiavo le lattughe del mio vicino in buono stato di maturazione, rispetto alle mie che ancora non hanno iniziato a fare il grumolo. In pochi giorni sono montate a seme tutte insieme… probabilmente il troppo caldo di questa stagione sta avendo effetti pesanti sull’agricoltura. Ora sono contento che le mie siano in ritardo.

Procedono anche le nuove semine. Purtroppo, alcuni filari su cui avevo provato delle semine di varietà selezionate locali non hanno dato luogo a germinazione. Semi troppo vecchi. Peccato! Anche poche piantine, mi avrebbero permesso il recupero della varietà.

wp_20161105_009Ormai sono giunto ai margini del primo appezzamento che avevo predisposto. Ora dovranno cominciare i preparativi di un altra area del campo che avevo arato e lasciata a riposo. Lì, spero di ripetere un’altro ciclo di semine, prima che i geli invernali impediscano la nascita di nuove piantine.

Comincio a perdere il controllo sulle erbe infestanti, almeno nelle aree seminate per prime. Tuttavia, le piante dovrebbero aver acquisito un vantaggio di sviluppo adeguato che gli dovrebbe permettere di giungere a maturazione senza problemi.

Orto biologico – aggiornamento del 30/10/2016

Un po’ in ritardo a causa delle piogge, ma eccoci ad aggiornare le notizie dal nostro orto biologico. Nel nostro orto biologico situato a Taviano (Lecce) nel Salento, ancora tutto bene. Nessun tipo di trattamento si è reso necessario (solo qualche annaffiatura con acqua a settembre), se non l’ordinaria manutenzione (eliminazione manuale delle erbe e degli animali infestanti).

spinaci_biologiciFinalmente le cime di rapa (ancora quelle “quarantine”) mostrano i primi broccoli ed in settimana cominceremo a consegnare le prime. Anche gli spinaci daranno il primo raccolto questa settimana. Questo mese dovrebbero giungere in età di raccolto anche le biete da costa e le indivie ricce.

Insomma dopo il periodo di fermo dovuto ad una sistemazione straordinaria del letto di semina, man mano le varie colture giungono a maturazione e se tutto va bene, non ci dovrebbero più essere pause produttive.

Il caldo eccezionale di questo periodo, sta portando l’orto biologico ad anticipare la maturazione di alcune colture.

Intanto proseguono anche le nuove semine.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Orti del Salento – news – orto biologico – 21/10/2016

Eccoci all’aggiornamento settimanale dell’orto biologico in data 21/10/2016.

Questa settimana, oltre a procedere con il diserbo dei filari, abbiamo diradato cavolfiori e biete. Stiamo procedendo con la seconda semina degli ortaggi già in impianto.

Ancora una decina di giorni e i primi ortaggi dovrebbero essere pronti per il raccolto (rape quarantine e spinaci).

Se tutto va bene dovremmo riuscire mensilmente a riseminare tutto, senza più pause… in realtà una pausa ci sarà nei mesi di gennaio e febbraio, dove i germogli sono facile vittima sono facile vittima del gelo. Cercheremo di seminare nei mesi di novembre e dicembre, varietà a lenta crescita. Quindi ancora un po’ di pazienza e le forniture diventeranno costanti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Orti del Salento – news del 16/10/2016

Orto biologico - Vista
Orto biologico – Vista

Eccoci ancora ad aggiornare la situazione dell’orto biologico. Questi aggiornamenti vogliono dare anche una certa trasparenza a quanto accade nell’orto.

Continuano le semine del mese di ottobre al ritmo di circa 4 filari a settimana… meteo permettendo.

L’orto seminato a settembre è ormai popolato di piantine, molte delle quali già diradate: finocchi, rape (da 40 a 120 giorni) cavolo cappuccio, indivia riccia e parte delle lattughe. La prossima settimana sarà il turno dei broccoli, dei cavolfiori e delle biete da costa. Gli spinaci crescono un po’ alla rinfusa. La lattuga romana è l’unica a non essere ancora emersa… ancora un po’ di attesa e poi riseminiamo. Carote, biete d’orto e sedani si affacciano.

Agricoltura biologica - Finocchi
Agricoltura biologica – Finocchi
Agricoltura biologica - Cime di rapa
Agricoltura biologica – Cime di rapa
Agricoltura biologica - Cavoli cappuccio
Agricoltura biologica – Cavoli cappuccio

In agricoltura biologica si può essere certi del successo solo il giorno del raccolto, per ora va tutto bene. In questo periodo, l’impegno maggiore è dato dal diserbo e dall’eliminazione delle lumache, tutto effettuato a mano. Quando le piantine sono così piccole non si può accedere con i mezzi meccanici perché distruggerebbero anche le piantine. Solo i primi filari ad essere stati seminati cominciano a permettere l’accesso alle sarchiatrici meccaniche.

Agricoltura biologica - Broccoli e cavolfiori
Agricoltura biologica – Broccoli e cavolfiori

 

Agricoltura biologica - Spinaci
Agricoltura biologica – Spinaci
Agricoltura biologica - Biete da costa
Agricoltura biologica – Biete da costa

Piccoli semi crescono… – orto biologico aggiornamento

Orto biologico - Vista
Orto biologico – Vista

Ed eccoci all’aggiornamento – più o meno- settimanale sullo stato dell’orto biologico.

Diradate le rape e fornite alcune migliaia piantine a titolo gratuito ai vicini un po’ imbarazzati per l’accadimento. Infatti, finora, ero un po’ l’oggetto dei loro sorrisi, della serie: “Ma dove vuole andare senza usare concimi e pesticidi vari?!”.  Nulla di che, è la solita gavetta dei pivelli appena arrivati in un ambiente nuovo!

Orto biologico - Spinaci e cicorie
Spinaci e cicorie

Oggi l’atteggiamento sta cambiando, ora suscito curiosità. Passo dopo passo, dovrei riuscire anche a dire qualcosa che susciti interesse.

Per la verità, anche io sono sorpreso come un paio di attrezzi per la semina di precisione, possano cambiare così tanto le rese della germinazione (rispetto allo scorso anno).

Orto biologico - Biete, broccoli e cavolfiori
Biete, broccoli e cavolfiori

Ora, l’orto comincia a colorarsi di verde grazie soprattutto alle rape che crescono molto rapidamente, ma anche finocchi, cavoli, broccoli, cavolfiori, biete, indivie e spinaci cominciano a dare il loro contributo di verde. Si sono già affacciate anche le cicorie, le carote, e qualche lattuga. Questa settimana ho iniziato a riseminare di nuovo tutte le varietà. Spero fare un ciclo di semina al mese fino a dicembre. Poi il rischio gelate diventa troppo alto e pertanto i germogli delicati sarebbero a rischio.

Orto biologico - Germogli di carota
Germogli di carota